Condividi

Simbolo Femminista
Il piu’ conosciuto, comune, generico e usato. Il “gene femminile”, nonche’ simbolo astronomico e astrologico del pianeta Venere e, ovviamente, della dea romana Venere.

simbolo femminista



Femminismo Radicale
Il gene femminile che racchiude il pugno chiuso dei movimenti “power” statunitensi degli anni ’60 e ‘70. Ebbene si’, nasce negli Stati Uniti. femminismo radicale

Femminismo Islamico
femminismo islamico

Anarco-femminismo
La A simbolo di Anarchia declinata e inserita nei vari simboli femministi o viceversa.

anarco femminismo

Ascia bifronte
Simbolo lesbico e/o matriarcale e/o neo-pagano. L’ascia bifronte era usata dalle donne nelle antiche societa’ matriarcali Europee, Africane e Asiatiche come arma e/o strumento di lavoro.
ascia bifronte


Spirale
Simbolo femminile della Dea. Rappresenta anche ‘Goddess movement’ o “movimento della Dea”.
spirale

movivento della Dea


Femminismo Antispecista
Un’impronta di animale inserita all’interno del gene femminile.
femminismo antispecita


Simbolo Lesbismo
Doppio gene, il piu’ comune simbolo lesbico.
simbolo lesbismo


Lettera Lambda
Lettera dell'alfabeto Greco e simbolo omosessuale. Non e’ prettamente femminile, simboleggia la lotta di lesbiche e gay. E anche questo nasce negli Stati Uniti nel 1970 con New York Gay Activist Alliance.
lettera lambda


Rosie the riveter
E’ una delle immagini piu’ usate, anzi, abusate quando nell’ignoranza si vuole con un’immagine descrivere una donna che e’ o vuole essere “forte come un uomo”, quindi una femminista secondo la piu’ becera concezione del femminismo. Il manifesto con la frase “We can do it!” nasce negli USA nel 1942 commissionato da Westinghouse Company ed e’ di pura propaganda con l’intento di mantenere alta la produzione industriale mentre la maggior parte degli uomini erano inpegnati in guerra. La ragazza ritratta nel manifesto, Geraldine Holf coniugata Doyle e deceduta nel 2010, lavoro’ in fabbrica solo per un paio di settimane e non e’ mai stata una femminista. Scopri’ di essere ritratta nel manifesto solo negli anni ’80 leggendo un articolo su una rivista che pubblicava la sua foto associandola al poster.

rosie the riveter



Colei che ne sa’ di piu’ o conosce altri simboli femministi da inserire si senta libera di scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e questa pagina sara’ prontamente aggiornata con il suo contributo (non dimenticate di allegare l’immagine del simbolo).

info@controviolenzadonne.org